Skip to main content

European Education Area

Quality education and training for all

Hello, a quick survey is waiting for you.

Help us improve this site by taking our quick survey. It won't take more than a few minutes.

Piano d'azione per l'istruzione digitale - azione 3

Quadro europeo dei contenuti dell'istruzione digitale

Sebbene l'uso di contenuti digitali a fini didattici non sia una novità, la pandemia di COVID-19 ha accelerato rapidamente la produzione e l'impiego di tali risorse.

Parallelamente all'attuale trasformazione digitale, stiamo osservando una profonda trasformazione delle abitudini per quanto riguarda l'uso dei contenuti didattici digitali, sia tra gli attori sul lato dell'offerta - l'industria e il settore pubblico - che tra quelli dal lato della domanda, ossia gli insegnanti e gli studenti.

La transizione digitale sta causando numerosi cambiamenti:

  • i contenuti dell'istruzione digitale stanno diventando più creativi, coinvolgenti, interattivi e diversificati in termini di formato
  • i nuovi sviluppi tecnologici, come la realtà immersiva e l'intelligenza artificiale (IA), contribuiscono a fornire nuovi tipi di contenuti educativi
  • si registra un aumento esponenziale della produzione di contenuti didattici digitali.

Sfide della transizione digitale

Insieme a questi sviluppi, emergono alcune sfide:

  • le piattaforme digitali e i loro algoritmi potrebbero fungere da "guardiani" dei contenuti didattici digitali, con potenziali ripercussioni di vario tipo sull'accesso a tali risorse
  • per gli utenti è più difficile verificare la qualità e l'affidabilità delle risorse didattiche digitali rispetto ai contenuti tradizionali
  • la conservazione a lungo termine di tali risorse didattiche
  • i rischi legati alla cibersicurezza, alla protezione dei dati e alla vita privata elettronica.

Altre sfide riguardano:

  • la mancanza di dati e analisi sulla situazione attuale e sui cambiamenti (potenziali) che ne deriveranno
  • la necessità di individuare, insieme alle parti interessate, i settori prioritari per il sostegno dell'Unione europea (UE) al fine di migliorare la qualità dell'istruzione
  • l'esigenza di promuovere il multilinguismo e la diversità culturale in un mercato globalizzato e di prevenire l'esclusione degli alunni in situazioni svantaggiate
  • la creazione di soluzioni insieme alle parti interessate, che saranno in questo modo accettate e potranno essere pienamente attuate.

Obiettivo

L'obiettivo di questa azione è individuare i settori in cui l'azione dell'UE apporterebbe un valore aggiunto e collaborare strettamente con le parti interessate per trovare le soluzioni più efficaci.

Principali attività e risultati attesi

Nel corso del 2022 e del 2023 la Commissione europea avvierà un intenso processo di dialogo con le parti interessate, comprendente incontri bilaterali e una comunità di pratica, per garantire che tutti gli attori si sentano partecipi delle soluzioni proposte e che queste ultime siano realizzabili.

Nel 2022 sarà avviato uno studio specifico che terrà conto delle esigenze degli studenti, degli educatori e delle pertinenti parti interessate nel settore dell'istruzione e della formazione, nonché della fornitura di contenuti didattici digitali.  Valuterà inoltre gli impatti della pandemia di COVID-19, della trasformazione digitale e dell'innovazione tecnologica sull'istruzione.

Quadro europeo per i contenuti dell'istruzione digitale

Queste attività risulteranno in una serie di misure che daranno forma a un quadro europeo per i contenuti dell'istruzione digitale, con soluzioni co-create e condivise dalle parti interessate.

Piattaforma europea di scambio per i contenuti e i dati didattici dell'istruzione superiore

Un'altra iniziativa nell'ambito dell'azione 3 del piano d'azione per l'istruzione digitale è la creazione di una piattaforma europea di scambio per i contenuti e i dati didattici dell'istruzione superiore. L'obiettivo della piattaforma europea di scambio è sostenere una cooperazione transnazionale più approfondita tra gli istituti di istruzione superiore e promuovere lo scambio di contenuti e dati didattici.

Calendario

  • 2022-2023 - attuazione dello studio che contribuisce alla preparazione del quadro europeo per i contenuti dell'istruzione digitale
  • 2022 – fase preparatoria per il lancio di una piattaforma europea di scambio per l'istruzione superiore

L'azione 3 del piano d'azione per l'istruzione digitale è finanziata dal programma Erasmus+ dell'UE.

Contattaci

Per saperne di più su questa azione, scrivici all'indirizzo EAC-DIGITALEDUCATION@ec.europa.eu..

Segui EUDigitalEducation su Twitter per scoprire le ultime notizie e gli sviluppi più recenti riguardanti questa azione e l'intero piano d'azione per l'istruzione digitale.

 

Contenuti correlati

Addressing these challenges

Since 2022, the European Commission put in place an intensive stakeholder dialogue process. This included bilateral meetings and a community of practice, to ensure that all actors have ownership of the proposed solutions and that their full implementation is achievable.

In November 2023, the Council recommended that EU countries, stakeholders and the European Commission work together to provide quality requirements and create guidelines for better digital education content. This aims to help countries assess and improve the quality, safety, trustworthiness, and inclusiveness of digital education materials.

Working group on higher education interoperability framework

The Digital Education Hub runs a working group of over 130 professionals and experts to develop the framework for higher education interoperability.

The framework seeks to enhance collaboration and efficiency within European universities by establishing common standards and protocols for data exchange in teaching and learning systems.

The working group plans to release the framework by February 2025.

Timeline

  • 2022-2023
    • Preparatory study contributing to a European Digital Education Content Framework
    • Preparatory phase toward the launch of a European exchange platform for Higher Education
  • 2024-2025

    Set-up of the Digital Education Content Expert Group to provide guidelines, quality requirements and criteria

  • June 2024

    Presentation of the framework design, collaboratively created by the Higher Education Interoperability Working Group

  • February 2025

    Release of the Higher Education Interoperability Framework