Skip to main content

European Education Area

Quality education and training for all

Polo dell'istruzione digitale

Durante la preparazione del piano d'azione per l'istruzione digitale (2021-2027), ampie consultazioni hanno evidenziato la necessità di rafforzare la cooperazione e il dialogo tra le parti interessate nel settore dell'istruzione digitale. 

Anche la frammentazione della politica in materia di istruzione digitale, della ricerca e delle pratiche di attuazione a livello europeo è stata sollevata come un ostacolo rilevante che compromette i progressi. 

Le misure di didattica a distanza hanno evidenziato diverse questioni strutturali connesse all'istruzione digitale, individuando punti deboli nei sistemi di istruzione e formazione che vanno al di là delle questioni contestuali e settoriali.

Per affrontare questi problemi, sarà creato un polo dell'istruzione digitale nell'ambito del portale dello spazio europeo dell'istruzione, che dovrebbe essere lanciato entro la fine del 2021. 

Il polo darà visibilità ai risultati della sua comunità di pratica, uno spazio dedicato alle esigenze di condivisione delle informazioni che garantirà sinergie con l'iniziativa "Spazio europeo dell'istruzione". Sarà sviluppato sotto la guida delle comunità delle parti interessate che rappresenta.

Obiettivi

Come annunciato nella comunicazione del 2020 sul piano d'azione per l'istruzione digitale, il polo dell'istruzione digitale intende:

  • sostenere gli Stati membri dell'UE creando una rete di servizi nazionali di consulenza sull'istruzione digitale per scambiare esperienze e buone pratiche sui fattori abilitanti dell'istruzione digitale
  • collegare le iniziative e le strategie nazionali e regionali in materia di istruzione digitale e collegare le autorità nazionali, il settore privato, gli esperti, gli erogatori di istruzione e formazione e la società civile attraverso varie attività
  • monitorare l'attuazione del piano d'azione e lo sviluppo dell'istruzione digitale in Europa, anche attraverso i risultati dei progetti sostenuti dall'UE
  • condividere le migliori pratiche contribuendo alla sperimentazione di ricerca e alla raccolta e all'analisi sistematiche di prove empiriche, in parte attraverso l'apprendimento tra pari 
  • sostenere la collaborazione intersettoriale e nuovi modelli per lo scambio continuo di contenuti di apprendimento digitale, affrontando questioni quali l'interoperabilità, la garanzia della qualità, la sostenibilità ambientale, l'accessibilità e l'inclusione e norme comuni per l'istruzione digitale
  • sostenere lo sviluppo agile delle politiche e delle pratiche, costituendo un gruppo di riflessione e azione per l'istruzione digitale e coinvolgendo le parti interessate nell'innovazione guidata dall'utente attraverso il Digital Education Hackathon.

Come saranno raggiunti questi obiettivi?

Per conseguire questi obiettivi, il polo dell'istruzione digitale realizzerà, fra l'altro, le seguenti attività:

  • istituzione e sviluppo di una comunità di pratica per la cooperazione (CoP) 
  • istituzione di una rete di servizi nazionali di consulenza per stimolare il dialogo tra il settore privato e quello pubblico e per mediare informazioni, dati e scelte tra i settori della politica, della ricerca e della pratica 
  • raccolta di esempi di migliori pratiche attraverso il lavoro del nuovo centro di risorse "Sostegno, apprendimento avanzato e opportunità di formazione" (SALTO) per l'istruzione digitale.

La comunità di pratica per la cooperazione offrirà:

  • uno spazio intersettoriale - una comunità che condivide le proprie competenze, migliori pratiche e soluzioni per l'istruzione digitale in tutti i settori dell'istruzione e della formazione e promuove il dibattito, la co-creazione e l'azione
  • la condivisione e mappatura delle conoscenze - per incoraggiare lo scambio e la cooperazione, la condivisione e la mappatura delle informazioni
  • una diffusione più rapida delle pratiche e soluzioni in materia di istruzione digitale - per accelerare l'adozione dell'innovazione digitale nell'istruzione. 

La rete di servizi nazionali di consulenza svolgerà le seguenti azioni:

  • collegare gli approcci "dall'alto verso il basso" e "dal basso verso l'alto" alle questioni relative all'istruzione digitale, stimolando il dialogo tra tutte le parti interessate 
  • alimentare l'intera comunità dei poli e il "dialogo strategico sui fattori abilitanti nell'istruzione digitale".

Il centro SALTO per l'istruzione digitale svolgerà le seguenti azioni:

  • fornire orientamenti e formazione per il personale delle agenzie nazionali
  • individuare, scambiare e raccogliere esempi di migliori pratiche - a livello di progetto o di organismi di attuazione - e produrre pubblicazioni a carattere pratico
  • fornire orientamenti e strumenti per i beneficiari e i richiedenti.

Attività principali nel 2021

Impegno della comunità 

Consultazioni delle parti interessate

La Commissione ha ampiamente utilizzato i riscontri ricevuti attraverso la consultazione pubblica aperta sul nuovo piano d'azione per l'istruzione digitale 2021-2027 per elaborare la proposta di un polo dell'istruzione digitale. 

Inoltre, in linea con l'approccio adottato per lo sviluppo del piano d'azione per l'istruzione digitale, la Commissione europea ha consultato un ampio numero di parti interessate in merito alla concezione del polo, tra cui:

  • il gruppo di lavoro ET 2020 sull'istruzione digitale: apprendimento, insegnamento e valutazione (gruppo di lavoro DELTA) - 25 febbraio 2021
  • le parti interessate che hanno partecipato alla consultazione pubblica aperta sul piano d'azione per l'istruzione digitale - 1º marzo 2021
  • tutte le parti interessate al polo dell'istruzione digitale - 5 marzo 2021.

Le consultazioni sono sfociate in un dialogo aperto sulle principali caratteristiche del polo, sulle esigenze delle parti interessate in materia di sostegno all'istruzione digitale nel tentativo di capire in che modo i diversi soggetti potrebbero contribuire agli obiettivi del polo. 

Comunità di pratica

Nel 2021 inizieranno i lavori per creare e sviluppare la comunità di pratica. Agevolarne lo sviluppo sarà un obiettivo centrale del polo. 

Il futuro portale dello Spazio europeo dell'istruzione darà visibilità ai risultati di questa vasta comunità di pratica che sarà resa possibile dal polo e da uno spazio dedicato alle esigenze di condivisione delle informazioni del polo. 

Servizi di consulenza nazionali

Nel corso del 2021 la Commissione sosterrà un dialogo nell'ambito della creazione di una rete di servizi di consulenza nazionali, cioè strutture, istituzioni o dipartimenti nazionali che forniscono consulenza in materia di istruzione digitale e attuano l'istruzione digitale negli Stati membri dell'UE. 

La rete promuoverà lo scambio di esperienze in materia di istruzione digitale e garantirà la cooperazione transnazionale. 

La rete dei servizi di consulenza nazionali potrebbe sostenere i lavori su altre iniziative nell'ambito del piano d'azione per l'istruzione digitale, ad esempio il "dialogo strategico sui fattori abilitanti nell'istruzione digitale".

Seminario dedicato al pensiero progettuale

Nel novembre 2021 sarà organizzato un seminario dedicato al pensiero progettuale per riunire la comunità sull'istruzione digitale in merito a possibili soluzioni alle sfide dell'istruzione digitale. 

Calendario 

Avvio nel corso del 2021, in corso fino al 2027

  • marzo 2020 - marzo 2021 - consultazioni delle parti interessate, compresa una consultazione pubblica aperta
  • settembre 2021 - prima riunione dei servizi di consulenza nazionali 
  • novembre 2021 - seminario dedicato al pensiero progettuale 
  • gennaio 2022 - inaugurazione del polo dell'istruzione digitale

Finanziamenti

Questa azione è finanziata dal programma Erasmus+ dell'UE.

Contattaci 

Se desideri saperne di più su questa azione, puoi contattarci mandando un'e-mail a EAC-DIGITALEDUCATION@ec.europa.eu.

Segui @EUDigitalEdu su Twitter per scoprire le ultime notizie e gli sviluppi più recenti riguardanti questa azione e l'intero piano d'azione per l'istruzione digitale.


Immagine dell'intestazione: © Unione europea, 2021.